Homepage Contatti Dove Siamo Site Map
Offerte Preventivo Online
DOMOTICA   
Impiantistica
Servizi
Marchi
Prodotti
Approfondimenti
Sistemi di Allarme
Climatizzazione

DOMOTICA - APPROFONDIMENTI

Indice degli argomenti

- Cos’è la Domotica
- Domotica perchè ?
- Impianti high-end


- Cos’è la Domotica

La domotica è la scienza interdisciplinare che si occupa dello studio delle tecnologie atte a migliorare la qualità della vita nella casa, e più in generale negli ambienti antropizzati. Il termine domotica deriva dal greco domos, che significa casa, e ticos, suffisso che indica le discipline di applicazione.

L'automazione domestica deve semplificare la vita e mai essere di intralcio. La tecnologia fornisce confort e relax, migliorando qualitativamente i nostri momenti di svago. Ci protegge e ci aiuta, facilitando operazioni complesse nella routine quotidiana permettendoci di dedicare più tempo libero all'intrattenimento.

La domotica attua l’integrazione di tutte le apparecchiature e tutta la tecnologia nella nostra abitazione, come i sistemi di audio/video, home-theater, illuminazione, anti-intrusione, clima, communication, internet e molto ancora.

Torna all’indice


- Domotica perchè ?

Realizzare un impianto domotico comporta innumerevoli vantaggi:

  • Efficienza
  • RISPARMIO di tempo e di denaro, AUMENTO DEL VALORE dell’immobile
  • Comunicazione e controllo
  • Sicurezza
  • Comfort
Efficienza:

Un impianto domotico consente di ridurre gli sprechi energetici, integrando in modo trasparente per l’utente la gestione degli eventuali sistemi di generazione di energia da fonti alternative, quali ad esempio gli impianti fotovoltaici. La riduzione degli sprechi energetici e la continuità di esercizio si attua mediante la supervisione continua dell’impianto elettrico e di tutti i servizi ad esso connessi, ad esempio monitorando l’effettiva presenza di persone all’interno di un locale e spegnendone le luci quando questo risulta vuoto, oppure gestendo adeguatamente i carichi elettrici in modo da evitare i sovraccarichi dovuti al funzionamento simultaneo di elettrodomestici ad alto consumo, come il forno e la lavatrice.

La gestione degli impianti di produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili consente ad esempio di eliminare il riscaldamento a metano a favore di sistemi di riscaldamento elettrici, che non graveranno sulla bolletta elettrica. Si potrà allo stesso modo optare per piani cottura vetroceramici e boiler per l’acqua sanitaria. L’abitazione verrà comunque servita dalla rete elettrica tradizionale, e verrà venduta l’eccedenza di energia elettrica prodotta dall’impianto fotovoltaico contribuendo ulteriormente all’abbattimento della spesa in bolletta. Da non sottovalutare infine che l’assenza di impianti a gas metano aumenta la sicurezza per le persone, poiché vengono eliminati processi di erogazione e combustione all’interno dell’immobile.

Ma non è tutto, grazie alla presenza di sonde ambientali poste in ogni ambiente si attuerà una climatizzazione e riscaldamento a zone, che consente di aumentare o diminuire la temperatura di ogni ambiente in maniera indipendente, ed in funzione del reale numero di occupanti.

RISPARMIO di tempo e di denaro, AUMENTO DEL VALORE dell’immobile:

grazie alla domotica è possibile controllare da un solo punto l'illuminazione, la climatizzazione, il riscaldamento, il funzionamento degli elettrodomestici, l’audio il video e molto altro.

In questo modo una parte consistente della routine domestica acquista velocità e efficienza, tanto che ci si può concedere il lusso di “dimenticare” una persiana aperta, la luce accesa o l'antifurto disinserito, perché sarà l'impianto domotico a provvedere ed, eventualmente, ad aggiornarci.

Risparmio di denaro
Di solito accade che quando arrivano le bollette ci si ricorda di ogni piccola distrazione, di ogni piccolo spreco, e ci si ripromette di essere più oculati nei consumi e nelle abitudini. L’impianto domotico attua autonomamente tutte le politiche necessarie per abbattere i consumi, incidendo positivamente sui costi energetici e in più ampliano il concetto stesso di risparmio. Ad esempio: quanto può valere in termini di tempo e denaro, raggiungere la casa al mare per areare gli ambienti oppure per effettuare un semplice controllo di massima? Sicuramente di più rispetto che collegarsi via web al proprio impianto stando comodamente seduti davanti al PC.

Aumento del valore dell’immobile, investimenti che crescono con te
Recenti studi di mercato hanno evidenziato che seppure ancora poco conosciuta in Italia, la domotica contribuisce pesantemente all’aumento del valore immobiliare. L’investimento pertanto è salvaguardato e può essere affrontato in maniera incrementale. A differenza degli impianti tradizionali infatti è possibile aggiungere dispositivi e funzionalità in base a esigenze particolari (sicurezza, automazioni, audio e video multiroom, ecc...), distribuendo nel tempo la spesa.

Comunicazione e controllo:

Una importante prerogativa offerta da un sistema domotico consiste nella possibilità di comandare l’impianto non solo quando si è in casa ma anche remotamente, attraverso un PC ad esempio, oppure telefonicamente, con l’invio di un sms o di una chiamata vocale. Allo stesso modo il sistema ci avvisa nel caso in cui si verifichino allarmi tecnici, situazioni di pericolo ed eventi specifici.

La domotica si preoccuperà di limitare al massimo il manifestarsi di eventi negativi, informando immediatamente l'utente per porre rimedio alla situazione di pericolo. Nello spazio di tempo in cui è atteso l'intervento dell'utente, la domotica attua una serie di procedure volte per salvaguardare l'incolumità delle persone e lo stato di conservazione delle cose.

Nel caso in cui desideri mantenere il totale controllo sulla gestione degli eventi, il tuo impianto domotico ti aggiornerà ad ogni attivazione del sistema. Inoltre è possibile controllare periodicamente la memoria degli eventi,anche da posizione remota.

Una caratteristica molto importante è la centralizzazione del comando da un unico punto, senza la necessità di doversi spostare. Sono facilmente immaginabili i vantaggi ottenuti per persone con difficoltà motorie, oppure impegnate nella gestione di ampie superfici per esempio un centro commerciale.

Come avviene l’interfacciamento tra l’utente e l’impianto ?

La comunicazione si serve di mezzi diversi a seconda di dove ti trovi, in casa oppure in una posizione remota. In entrambi i casi il controllo non si differenzia perché anche a molti chilometri di distanza potrai agire sugli eventi come se fossi in salotto.

In casa i mezzi di comunicazione rispettano i criteri di immediatezza, disponibilità e semplicità e sono:
  • Uno o più pannelli touchscreen a parete, da tavolo, oppure wireless (RF o Wi-Fi);
  • Uno o più PC (con e senza windows media center, da tavolo o portatili);
  • Palmari ed Iphone.
Da posizione remota la comunicazione con l'impianto domotico avviene tramite:
  • invio di sms;
  • chiamate vocali;
  • internet, utilizzando un personal computer o un telefono cellulare;
Sicurezza:

nella sua accezione più ampia, che oltre alla tutela degli oggetti custoditi vede nella protezione attiva da eventi imprevisti, come fughe di gas e allagamenti, una prerogativa irrinunciabile.

Un impianto domotico ben progettato è infatti in grado di segnalare e limitare al massimo i rischi e i pericoli legati a incendi, fughe di gas, perdite d'acqua e guasti tecnici, minacce che ci trovano solitamente impreparati a reagire, specialmente di notte, oppure quando non siamo fisicamente presenti. Basti pensare a quanto possa essere efficace l'apertura automatica di persiane e finestre nel caso di una fuga di gas.

Inoltre, in caso di intrusione, i moderni sistemi antifurto e di video sorveglianza lavorano in sinergia con altri dispositivi della casa, quali luci, motorizzazioni serramenti ed impianto di irrigazione, per segnalare l’effrazione ed eventualmente ostacolare la fuga dei malviventi.

Comfort:

Porta il futuro in casa tua. Oggi, grazie alla tecnologia domotica puoi.

Infatti, tramite Touchscreen basta la semplice pressione di un dito per migliorare il livello della tua vita: l’illuminazione è sotto controllo, le tende sono chiuse è il momento di rilassarti e scegliere l’intrattenimento che preferisci nelle sue più comode forme.

Dal soffitto scende lo schermo della televisione e si accende. L’audio può essere ascoltato in salotto, in cucina o in qualsiasi altra stanza tu voglia. Sei tu che decidi perché hai il controllo di tutta la casa.
Un semplice tocco e puoi controllare luci, audio, video, climatizzazione, sicurezza ed altro ancora.

La TV si accende, stai vedendo il programma che preferisci e suonano al citofono, l’audio si spegne e vedi chi sta davanti alla porta.

Le tende si chiudono, la musica si abbassa, il DVD è in pausa, l’illuminazione regolata per creare l’atmosfera più gradevole. Ora puoi ricevere gli ospiti. Tutto quello che devi fare tu è ... versare da bere.
Con la domotica anche la casa delle vacanze risponde ad ogni tua richiesta.

Sperimenta la comodità di gestire da lontano l’attivazione della piscina, l’accensione dell’aria condizionata , l’attivazione del sistema di sicurezza ... e molto altro ancora.
Con il sistema di controllo remoto, personalizzato, anche la tua famiglia può gestire la tecnologia adattandola alle proprie esigenze. Da un punto centrale tutto risponde alle tue esigenze.

L’automazione della tua casa non è mai stata così vicina, anche quando sei lontano ... molto lontano.



Torna all’indice


- Impianti high-end

I sistemi domotici di fascia media sposano la filosofia della domotica “all’italiana”, volta cioè al miglioramento del confort dell’abitazione e soprattutto del risparmio energetico ed all’ottimizzazione dei consumi. I sistemi di fascia alta abbracciano maggiormente la filosofia del lusso e dell’intrattenimento, e vengono tipicamente accompagnati da sistemi audio/video avanzati.

Gli impianti di fascia media si basano tipicamente su un impianto elettrico dove i comandi non sono in alta tensione come nel caso tradizionale, ma su di un bus in bassa tensione (tipicamente proprietario e chiuso). Ogni comando viene programmato in modo da intervenire su un determinato carico elettrico a 220V, come ad esempio una lampada o la motorizzazione di una tapparella. Il vantaggio in termini di sicurezza per l’utilizzatore non è indifferente, avendo infatti i comandi in innocua bassa tensione continua.

Da non sottovalutare inoltre la flessibilità di questa soluzione, che permette ad esempio di modificare in pochi istanti l’associazione tra i tasti e l’attuazione elettrica corrispondente.
Naturale estensione dell’impianto elettrico su bus è l’adozione di touch screen, più o meno evoluti, che consentono di avere un feedback visivo delle funzioni dell’impianto e di controllare i dispositivi ad esso connessi, ed anche di PC basati su sistema operativo windows media center in grado di interfacciarsi con l’impianto domotico aggiungendo le capacità di intrattenimento tipiche di un PC, ovvero riproduzione di audio/video locale, navigazione web, ecc..

Un impianto di fascia high end vede come protagonista il sistema di controllo avanzato nel quale l’integrazione delle varie componenti richiede uno sforzo di programmazione in taluni casi non indifferente, che sfocia nella realizzazione di un protocollo di comunicazione apposito tra i dispositivi ed il sistemi di controllo, ed in una o più grafiche personalizzata per i pannelli touchscreen.

L’interfacciamento tra il sistema di controllo ed i vari dispositivi può avvenire nei seguenti modi:
  • mediante porte infrarossi
  • mediante porte seriali
  • mediante rete ethernet (sia cablata che wireless)
  • mediante contatti
  • in radiofrequenza
Nella suddetta elencazione risiede forse la fondamentale differenza tra i sistemi di fascia medio bassa ed i sistemi high-end: la parola chiave per i primi è standardizzare, quella per i secondi è personalizzare.

Tramite le porte di comunicazioni sopraelencate è infatti possibile interfacciare l’impianto domotico CON QUALUNQUE DISPOSITIVO elettrico/elettronico, a patto naturalmente di sviluppare il protocollo di comunicazione. Nei sistemi entry si tende invece ad integrare dispositivi appartenenti a famiglie standard e la personalizzazione avviene entro i limiti dettati dal costruttore, che vincola ad esempio l’installatore ad un ristretto set di elementi grafici per i touchscreen, oppure all’installazione di componenti accessori (centrali d’allarme, sistemi di diffusione sonora, ecc..) di marche e modelli specifici, fornendo dei plug-in software già pronti da caricare nel controllore. Se da un lato i margini operativi risultano stretti, dall’altro la programmazione dei dispositivi è standard e di rapida esecuzione.

I sistemi di fascia alta non hanno invece funzionalità out-of-the-box, ovverosia vengono venduti senza alcun software precaricato, e richiedono la creazione di interfacce grafiche e protocolli di comunicazione partendo da zero. L’approccio all’integrazione è quindi completamente capovolto rispetto ai sistemi entry: si parte infatti dal desiderio del cliente di controllare determinati dispositivi, magari già in possesso, e si trova il sistema per metterli in comunicazione con l’unità di controllo. Quindi si realizza una grafica personalizzata così come un webmaster farebbe con un sito internet. Va da se che lo sforzo di progettazione software ha una qualche incidenza sul costo dell’impianto.

I clienti che richiedono questo tipo di impianti tipicamente apprezzano il mondo dell’intrattenimento audio e video, pertanto l’integrazione interessa spesso videoproiettori e sistemi di distribuzione/storage di audio e video multiroom, cioè fruibili da più ambienti e con più sorgenti separate.
In tal caso i sistemi di controllo avanzati mettono a disposizione dei sistemi di trasmissione dei segnali audio e video, che rendono ad esempio possibile trasportare segnali video ad alta definizione, direttamente su cavo di rete oppure in fibra ottica, abbattendo le distanze dettate dallo standard di riferimento e consentendo installazioni complesse in ambienti particolarmente grandi.

Torna all’indice




   Mingiox.com. - Siti Web Koronit